300

Sono passati più di 30 anni da quel lupo e dal freddo dell’inverno

e oggi come allora non è la paura a governarlo ma solo l’irrequietezza

una cresciuta percezione delle cose.

La brezza marina  bacia il fresco il sudore sul petto e sul collo 

I gabbiani gridano, si lamentano , anche se banchettano su migliaia di corpi galleggianti.

Il respiro regolare dei 300 uomini alle sue spalle pronti a morire per lui senza un’attimo di esitazione.

 

Ognuno di loro pronto a morire.

 

L’elmo lo soffoca.

Lo scudo è pesante.

L’elmo lo soffocava, gli limitava la visuale, lui deve vedere lontano.

Lo scudo era pesante gli sottraeva l’equilibrio e il suo bersaglio è molto lontano.

Gli anziani dicono che noi spartani discendiamo da Eracle, il prode leonida è testimonianza della nostra discendenza.

Il suo urlo è prolungato e intenso………………. 

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Uncategorized

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...